fbpx
Aggiornamenti Legale

Proroga dei termini causa COVID-19: documenti per la guida e revisioni

Con Regolamento U.E. n. 267/2021 sono state introdotte misure uniformi e temporanee, in considerazione del protrarsi della crisi COVID-19, riguardo al rinnovo di taluni certificati, su tutto il territorio dell’Unione Europea e del SEE.

Il Regolamento 267/2021 stabilisce che le patenti di guida e le CQC in scadenza dal 1° settembre 2020 al 30 giugno 2021 vengano prorogate di 10 mesi dalla data indicata sul documento.

Grazie all’armonizzazione con la normativa nazionale, le patenti di guida e le CQC con scadenza originaria tra il 1° febbraio e il 31 agosto 2020, che hanno avuto una iniziale proroga di 7 mesi, godranno di una ulteriore proroga di 6 mesi, con il limite massimo della data del 1° luglio 2021.

Di seguito le previsioni riguardanti le revisioni sui tachigrafi e i rinnovi delle carte del conducente.

Viene stabilito che le ispezioni periodiche sui tachigrafi in scadenza tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021 debbano essere effettuate non oltre 10 mesi dalla data di scadenza.

Per il rinnovo della carta del conducente, se la richiesta cade tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021, le autorità hanno tempo 2 mesi per rilasciare una nuova carta.

Fino a quando non riceve una nuova carta il conducente deve seguire la procedura di annotazione che segue quando si verifica danneggiamento o smarrimento della carta, sempre che riesca a dimostrare che il rinnovo della carta del conducente è stato richiesto nei termini (al più tardi 15 giorni prima della scadenza).

In caso di danneggiamento, cattivo funzionamento, smarrimento o furto della carta del conducente, quando la richiesta di sostituzione ricada nel periodo compreso tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021, la nuova carta deve essere rilasciata entro due mesi dalla ricezione della richiesta.

Nel periodo di attesa, viene derogata la regola per cui il conducente può guidare per un massimo di 15 giorni in attesa della nuova carta, ora può guidare senza carta fino a che non viene consegnata la nuova, sempre che riesca a dimostrare di aver consegnato la carta danneggiata e di averne chiesto una in sostituzione.